Autonomie regionali differenziate: verso la secessione dei ricchi? Ne parliamo a Pisa

Di autonomie differenziate e processi di regionalizzazione si parla ormai da diverso tempo: i referendum in Lombardia e Veneto, le decisioni della Regione Emilia-Romagna (e non solo) sono gli ultimi anelli di un dibattito sul ruolo delle autonomie locali nel quadro costituzionale che è possibile far risalire alla fine degli anni Novanta.

Il saggio curato dal prof. Gianfranco Viesti dell’Università di Bari “Aldo Moro” e pubblicato dalla casa editrice Laterza individua un rischio concreto nell’attuazione del programma di autonomie da parte del governo giallo-verde: la possibile “secessione dei ricchi”, che metterebbe in mora l’unità nazionale e la sostanziale possibilità da parte dello Stato centrale di tutelare i livelli minimi delle prestazioni sociali. Nel comparto dell’istruzione, in particolare, si gioca una possibile battaglia che Sinistra Italiana intende affrontare con serietà.

Proprio per questo, abbiamo costruito un approfondimento pubblico che parte dal saggio del prof. Viesti – che sarà presente all’iniziativa – e col quale si confronteranno Pasquale Cuomo segretario provinciale di Pisa della Federazione Lavoratori della Conoscenza della CGIL , la prof.ssa Luisa Azzena del dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Pisa, Tommaso Fattori capogruppo di Si’ Toscana a Sinistra nel consiglio regionale. Il dialogo è stato costruito ed è promosso con la collaborazione dell’associazione culturale Rosa Bianca, con il collettivo pisano di Diem 25 e il gruppo pisano dell’associazione nazionale Per i molti (autoconvocati LEU). Qui l’evento facebook di riferimento.

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *