Francesco Corucci assessore nella giunta comunale di San Giuliano Terme: buon lavoro!

Con atto di Sergio Di Maio Sindaco, da stamattina il compagno Francesco Corucci è assessore ai lavori pubblici e al patrimonio, alla mobilità e ai trasporti e alle politiche abitative nella giunta del comune di San Giuliano Terme.

Un mandato politico che fino ad un mese e mezzo fa non avremmo neanche immaginato ma che, se vogliamo, è una tappa nella biografia di Francesco: attivista della sinistra sociale sin dagli anni dell’università, presidente (uscente) del circolo ARCI Rinascita di Pisa, amministratore di una piccola impresa del territorio, si è messo a disposizione della lista Sinistra Unita per un’Altra San Giuliano – di cui fa parte Sinistra Italiana – che lo ha indicato nella rosa di nomi per l’organismo esecutivo del Comune. Da oggi è a disposizione delle cittadine e dei cittadini relativamente alle sue deleghe, con il bagaglio politico importante che la lista Sinistra Unita – cui auguro di essere l’embrione di un progetto unitario e plurale, una comunità di franche discussioni e di operose sintesi – userà per la comunità sangiulianese nei prossimi cinque anni.

Auguri di buon lavoro a lui e alla vicesindaca Lucia Scatena, e ai nuovi consiglieri Emiliano Betti e Jacopo Cambi, in particolare per quest’ultimo, che ha dato anima e cuore per questo progetto a nome di Rifondazione Comunista, rappresentata nel consiglio uscente da Luca Barbuti; a Franco Marchetti vicesindaco uscente che ha messo a disposizione una biografia ed un lavoro importante.

Si tratta di piccolo segnale per quegli amici e amiche, compagni e compagne che hanno creduto nel lavoro di Francesco e continueranno a stargli accanto in questi anni: è possibile, con la credibilità delle proprie biografie e delle proprie storie di vita (politica e sociale), mettersi a disposizione per progetti più ampi e coraggiosi, per cambiare in positivo le storie delle proprie città, per dare gambe a progetti concreti e coerenti di cambiamento nel segno dell’uguaglianza, della giustizia sociale, dell’alternativa.

Sono orgoglioso dell’amico e compagno Francesco, cui auguro di cuore “buon lavoro”, con grande fiducia nelle sue capacità. Sono auguri con un segno (umano e politico) ben preciso: l’impegno di allargare lo spazio delle donne e degli uomini di buona volontà disponibili a tirarsi su le maniche per tradurre in impegni concreti, a partire dalle vicende amministrative del proprio territorio, idee e valori che non possono restare nelle teche blindate del minoritarismo o nel fumo frammentato dell’astrazione, ma devono potersi inserire fruttuosamente nella carne viva della società. Avanti e buon lavoro!

Ettore Bucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *