Noi con te, per l’alternativa. Nicola Fratoianni a Pomarance, per Ilaria Cavicchioli sindaca e per la Sinistra!

Venerdì 10 maggio alle ore 21.30 presso il Teatro dei Coraggiosi a Pomarance (via Antonio Gramsci 19) si terrà l’iniziativa pubblica con l’on. Nicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra Italiana e candidato per la lista La Sinistra nella circoscrizione dell’Italia centrale, e la candidata a sindaca Ilaria Cavicchioli.

Leggi tutto “Noi con te, per l’alternativa. Nicola Fratoianni a Pomarance, per Ilaria Cavicchioli sindaca e per la Sinistra!”

Pisa: diritto di manifestare, antiproibizionismo, Canapisa, dibattito in Consiglio Comunale.

Una recente inchiesta giornalistica (Seconda Cronaca) ha documentato la crescita dello spaccio di eroina e cocaina nella città di Pisa, le morti per overdose, il convergere di acquirenti anche dalle altre provincie. Nel diagramma sui flussi e intermediari del traffico figurano sia ‘ndrangheta che camorra, e non è certo una novità che la criminalità organizzata si faccia d’oro nel traffico delle droghe pesanti. Chi amministra una città dovrebbe farsi carico del problema, con tutte le ricadute sociali, di salute e di sicurezza, anche su minorenni.

Leggi tutto “Pisa: diritto di manifestare, antiproibizionismo, Canapisa, dibattito in Consiglio Comunale.”

Pomarance: La Sinistra candida a sindaca Ilaria Cavicchioli. Il sostegno di Sinistra Italiana.

Elezioni Comunali 2019: Sinistra Italiana a Pomarance sostiene e si candida con la lista La Sinistra per Pomarance Bene Comune, con la candidatura a sindaca di Ilaria Cavicchioli. Qui la pubblicazione della nota stampa sul Tirreno. Di seguito la dichiarazione di sostegno del nostro segretario provinciale. Qui la pagina facebook ufficiale della lista.

Leggi tutto “Pomarance: La Sinistra candida a sindaca Ilaria Cavicchioli. Il sostegno di Sinistra Italiana.”

Autonomie regionali differenziate: verso la secessione dei ricchi? Ne parliamo a Pisa

Di autonomie differenziate e processi di regionalizzazione si parla ormai da diverso tempo: i referendum in Lombardia e Veneto, le decisioni della Regione Emilia-Romagna (e non solo) sono gli ultimi anelli di un dibattito sul ruolo delle autonomie locali nel quadro costituzionale che è possibile far risalire alla fine degli anni Novanta.

Leggi tutto “Autonomie regionali differenziate: verso la secessione dei ricchi? Ne parliamo a Pisa”

NOI con TE, contro il liberismo e il razzismo: “La Sinistra” si presenta a Pisa il 15 aprile, con Nicola Fratoianni.

La lista unica della sinistra si presenta anche a Pisa: La Sinistra farà riferimento al gruppo parlamentare della Sinistra Unitaria Europea / Sinistra Verde Nordica (GUE/NGL) e all’europartito European Left guidato dal tedesco Gregor Gysi (Die Linke), di cui Sinistra Italiana è membro osservatore dal 2017. La piattaforma politica transnazionale è stata riportata dalla lista italiana in 11 punti, messi a disposizione sul sito www.sinistraeuropea.eu : l’alternativa proposta da La Sinistra è egualitaria, sociale, antirazzista e antiliberista, femminista, ecologista.

Leggi tutto “NOI con TE, contro il liberismo e il razzismo: “La Sinistra” si presenta a Pisa il 15 aprile, con Nicola Fratoianni.”

Accoglienza e solidarietà (negate): il Comune di Pisa esce dallo SPRAR. Interrogazione di Fratoianni, i nostri interventi.

Con una decisione sbagliata e che avrà ripercussioni nel lavoro sociale e nella gestione degli stessi fondi, sotto la falsa spiegazione del poter destinare più fondi “prima agli Italiani” (elemento completamente sbagliato, poiché si tratta di fondi vincolati…), il Comune di Pisa a guida leghista ha deciso di uscire dal sistema SPRAR.

Leggi tutto “Accoglienza e solidarietà (negate): il Comune di Pisa esce dallo SPRAR. Interrogazione di Fratoianni, i nostri interventi.”

Dal Venezuela al futuro: un dibattito pubblico a Pisa.

Si svolgerà lunedi’ 8 aprile alle ore 18 presso il circolo ARCI Rinascita in via del Borghetto 37/39 il dibattito pubblico promosso da Sinistra Italiana, Diem 25 Pisa, Associazione Italia-Cuba Pisa e dedicato alle prospettive interne ed esterne del Venezuela a seguito dell’autoproclamazione di Juan Guaido’ a presidente. La posizione di Sinistra Italiana, indicata in una mozione approvata dalla nostra direzione nazionale del 9 febbraio e da un intervento in aula alla Camera del deputato Erasmo Palazzotto (di seguito), è molto franca sulla legittimità del governo bolivariano, sul bisogno di un compromesso non violento, sui limiti alla tutela dei diritti umani per la popolazione del Paese sudamericano, sull’inserimento problematico degli Stati Uniti e di altri Paesi latino-americani nella diatriba.

Ad approfondire i vari punti connessi alla questione venezuelana saranno il prof. Gennaro Carotenuto, storico dell’Università di Macerata, e il prof. Enrico Calossi dell’Università di Pisa. Al dialogo seguirà un apericena di auto-finanziamento.

Per l’obbedienza costituzionale, per la disobbedienza al decreto Salvini.

Sindaci come Leoluca Orlando, Luigi De Magistris e Lorenzo Falchi stanno realizzando atti di piena obbedienza costituzionale, di pari passo con una seria e concreta disobbedienza civile. Sosteniamo la loro iniziativa e confido che siano numerosi e numerose gli amministratori della nostra provincia interessati a replicare, in forma pubblica, le loro iniziative. L’applicazione del DL 113/2018, divenuto la legge n. 132 del 1° dicembre 2018, offende i diritti fondamentali della persona, in particolare in riferimento alla procedura di iscrizione della residenza anagrafica. Sinistra Italiana sosterrà, ad ogni livello, in Italia e nel nostro territorio, tutte quelle iniziative che aprano conflitti reali contro un provvedimento liberticida e razzista. Ogni sfregio alle libertà costituzionali è uno sfregio all’ordine repubblicano, base per la solidarietà sociale e la convivenza civile per ogni cittadina e cittadino, più o meno straniera o straniero. Siamo consapevoli del fatto che il cosiddetto “decreto Salvini” è solo l’ultimo figlio di una cultura securitaria che ha avuto nei decreti Minniti-Orlando tristi antesignani. La creazione di sacche di esclusione e diritti negati, proprio nelle nostre città, deve tuttavia rendere gli spazi urbani i terreni privilegiati per una rinnovata resistenza con ambizione maggioritaria. La legge approvata, infatti, contrasta con l’art. 26 della Convenzione di Ginevra e col dettato costituzionale, oltre che con l’articolo 2 della L.1228/1954 (c.d. Legge Anagrafica), la quale prevede che l’iscrizione anagrafica, oltre che diritto, costituisca anche un dovere a cui sia il cittadino che lo straniero sono chiamati ad ottemperare. In tal senso, noi auspichiamo che sindaci, amministratori ed amministratrici comunali della nostra provincia, vogliano recepire la proposta di resistenza di associazioni di giuristi come Alterego – Fabbrica dei Diritti: riconoscere il diritto soggettivo dell’iscrizione all’anagrafe, istituendo albi per l’iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo, comprendenti sia coloro che sono in attesa della pronuncia della Commissione Territoriale sia coloro che non hanno ancora ottenuto un provvedimento definitivo nell’eventuale ricorso giurisdizionale proposto. Nel caso dei Comuni della nostra costa toscana, inoltre, auspichiamo la messa a disposizione dei porti e degli approdi per le imbarcazioni che, rispettando la legge del mare e dell’umanità, come nel caso della nave Mar Ionio del progetto Mediterranea Rescue, trasportano famiglie intere, persone sofferenti, novelli Cristi cui rivolgere quella solidarietà troppo spesso, in questo periodo, legata alla sola retorica natalizia. Il nostro invito è chiaro e pubblico, per l’obbedienza costituzionale, per la disobbedienza verso quei principi immorali e sbagliati, che amplificano il clima di razzismo ed intolleranza nelle nostre comunità.