NOI con TE, contro il liberismo e il razzismo: “La Sinistra” si presenta a Pisa il 15 aprile, con Nicola Fratoianni.

La lista unica della sinistra si presenta anche a Pisa: La Sinistra farà riferimento al gruppo parlamentare della Sinistra Unitaria Europea / Sinistra Verde Nordica (GUE/NGL) e all’europartito European Left guidato dal tedesco Gregor Gysi (Die Linke), di cui Sinistra Italiana è membro osservatore dal 2017. La piattaforma politica transnazionale è stata riportata dalla lista italiana in 11 punti, messi a disposizione sul sito www.sinistraeuropea.eu : l’alternativa proposta da La Sinistra è egualitaria, sociale, antirazzista e antiliberista, femminista, ecologista.

Leggi tutto “NOI con TE, contro il liberismo e il razzismo: “La Sinistra” si presenta a Pisa il 15 aprile, con Nicola Fratoianni.”

Rotte dell’Europa, terza tappa: conoscenza e cultura per un’agenda alternativa.

Si svolgerà nell’ex Cinema Lumière, vicolo del Tidi 6, a Pisa, la terza tappa del percorso Rotte dell’Europa. Consapevole della necessità di delineare un’agenda politico-programmatica di vasto e serio respiro in direzione dell’appuntamento elettorale europeo, Sinistra Italiana mette nuovamente a disposizione uno spazio aperto di confronto. Dopo i dialoghi dedicati a democrazia e sovranità, lavoro e disuguaglianze, il dibattito sulla conoscenza e sulla cultura va incontro al cuore stesso della storia della nostra città.

Il dialogo si svolgerà martedi’ 5 febbraio alle ore 21:00 e vedrà la partecipazione dei seguenti relatori: Tomaso Montanari, storico dell’arte formatosi nella Scuola Normale Superiore e nella nostra università, docente ordinario presso l’Università per Stranieri di Siena; Rocco Alessio Albanese, avvocato, assegnista di ricerca presso l’Università di Torino, con un importante passato recente nel senato accademico dell’Ateneo pisano come rappresentante studentesco; Claudia Pratelli, assessora all’istruzione della giunta del III Municipio di Roma Capitale, già dirigente della FLC CGIL.

“Il dibattito – spiega Ettore Bucci, segretario di SI – verterà sul nesso tra cultura e cittadinanza alla luce degli inattuati principi costituzionali, sulla loro attuazione nel contesto dell’Europa politica del nostro tempo. Conoscenza e cultura costituiscono un patrimonio indiscutibile del nostro territorio: la ricchezza intellettuale e materiale frutto della presenza dell’Università di Pisa e delle Scuole Superiori rende Pisa uno spazio di relazione unico. Allo stesso tempo, istituzioni culturali e sistemi di istruzione necessitano di cura autentica, politiche di lungo respiro, finanziamenti pubblici appropriati: la mobilitazione delle studentesse e degli studenti, le loro occupazioni, cosi’ come la richiesta di attenzione rivolta all’opinione pubblica dalla Biblioteca Franco Serantini in queste settimane parlano di istituti in sofferenza, da troppo tempo. Se la cultura e la conoscenza soffrono, ne soffre l’intera società, ne soffre la maturità della democrazia, ne soffre la possibilità di riscatto collettiva di chi frequenta quei luoghi. Per tale ragione, sia a livello locale che transnazionale, serve un’alternativa”.

Rotte dell’Europa, seconda tappa: lavoro, automazione, redistribuzione, reddito.

Il percorso Rotte dell’Europa a cura della federazione provinciale di Sinistra Italiana prosegue con una seconda tappa.

Dopo il dialogo su sovranità, democrazia e finanza, è la volta di un confronto pubblico relativo all’innovazione degli strumenti di produzione, al loro impatto nel contesto delle relazioni di lavoro e della distribuzione del reddito. L’appuntamento è per mercoledi’ 23 gennaio alle ore 21:15 presso i locali del circolo ARCI Rinascita in via del Borghetto 37/39 (Pisa). I relatori della serata saranno Mario Morroni e Simone D’Alessandro del dipartimento di Economia e Management dell’Università di Pisa, Sandra Burchi ricercatrice indipendente in sociologia, collaboratrice della redazione della rivista scientifica femminista DWF.

Rotte dell’Europa: un percorso di dialoghi tematici e aperti.

La preparazione dell’appuntamento elettorale di dimensione continentale non è stata spesso oggetto di discussioni specifiche ed approfondite. Un po’ perché le elezioni europee non hanno ancora a disposizione liste trans-nazionali e partiti politici pan-europei veri e propri, un po’ perché si resta – a torto o a ragione – legati alle dinamiche più peculiare del contesto nazionale. Alle contraddizioni piccole che non consentono, qualche volta, di alzare lo sguardo verso gli argomenti che riguardano tutte e tutti. Proprio per questo, come comunità politica che prova anzi tutto a formarsi e a formare senso e consenso dietro un’idea alternativa di società, abbiamo costruito tre appuntamenti pubblici. Dialoghi tematici aperti uniti da un motto: rotte dell’Europa. Li svolgeremo a Pisa, tra gennaio e febbraio.

Di cosa parliamo quando parliamo di Europa?

Per provare a capirlo, lo faremo inquadrando anzi tutto tre nuclei tematici: la relazione tra sovranità democratica degli Stati e dell’Unione e la finanza; il nesso tra l’automazione crescente della produzione e gli squilibri di reddito, assieme ai possibili correttivi politici; la centralità (perduta o mai del tutto assunta) della cultura e della conoscenza. Siamo consapevoli che tali nuclei non esauriscano la mole di argomenti che possono arricchire un programma per un’Europa alternativa, sociale, diversa, progressista ed inclusiva in termini diversi dal nazionalismo e dal liberismo. Ma vogliamo, tuttavia, mettere a disposizione uno spazio pubblico di discussione, affinché la preparazione di un momento decisivo per mezzo miliardo di cittadine e cittadini non sia lasciato ai soliti 45 giorni di campagna elettorale.

Il primo appuntamento, dal titolo Sovranità, democrazia, finanza, si svolgerà venerdi’ 11 gennaio 2019 a partire dalle ore 18:30 presso la sala Arsenale 2 in via San Martino 69. Esprimeranno un contributo alla discussione i seguenti relatori: Andrea PERTICI, docente di diritto costituzionale dell’Università di Pisa; Nadia URBINATI, docente di teoria politica presso la Columbia UNiversity in the city of New York; Tommaso FATTORI, capogruppo di Si Toscana a Sinistra nel Consiglio regionale. Modererà la discussione Lorenzo ZAMPONI, assegnista di ricerca in scienza politica della Scuola Normale Superiore e membro della redazione di Jacobin Italia.

Qui l’evento facebook di riferimento!

Non mancate! E segnate nelle agende i prossimi appuntamenti: 23 gennaio e 5 febbraio. Ci aggiorniamo presto.

Rotte dell’Europa: un dialogo pubblico.

Rotte dell’Europa. Lo abbiamo voluto chiamare in questo modo, per dare il senso di quel che rappresenta: una navigazione difficile, in mare aperto, su navi non del tutto rassicuranti. La scelta di costruire un momento pubblico per parlare di un tema, che si pone nella sua gravità non solo per l’approssimarsi della scadenza elettorale di maggio 2019, ma anche come spazio in cui si diffondono le destre estreme. Assieme al Brasile di Bolsonaro e agli States di Trump, è l’Europa il campo d’azione di Steve Bannon e della sua internazionale nera. Ma è anche lo spazio del dissenso politico e sociale al neoliberismo, campo di sperimentazione a partire dalle città e dai movimenti sociali. Consapevoli che la nostra navigazione non sarà facile e consci che sarà necessario rafforzare qualsiasi barca sceglieremo di costruire, mettiamo a disposizione un dialogo pubblico, lunedi` 12 novembre alle ore 21 presso il circolo ARCI Rinascita in via del Borghetto 37/39, Pisa.

A moderare la discussione sarà Lorenzo Zamponi, giovane ricercatore della Scuola Normale Superiore e membro della redazione di Jacobin Italia.

Porteranno un contributo Raffaella Casciello della segreteria politica di demA – Democrazia e AutonomiaEmanuele Dolce del coordinamento nazionale di Diem25 ItaliaAndrea Pertici ordinario di diritto costituzionale dell’Università di Pisa.

QUI l’evento facebook di riferimento.